inglese italiano  facebook  twitter  Contattaci

HOME> ESTATE 2013: BILANCIO DEL TURISMO SUI LAGHI BRESCIANI

ESTATE 2013: BILANCIO DEL TURISMO SUI LAGHI BRESCIANI


Il turismo sul Garda gode di buona salute visto che secondo le dichiarazioni di albergatori e campeggiatori raccolte da Bresciaoggi (l’articolo completo è a pag. 20 dell’edizione del 7 agosto 2013 ndr) l´andamento delle prenotazioni fa pronosticare il tutto esaurito in alberghi e campeggi almeno fino al 20 agosto.  Paolo Rossi, presidente di Federalberghi della Lombardia, spiega che “…Il Garda ha una capacità di attrazione straordinaria. Molti vivono il lago dal lago, sulla barca o in motoscafo. A Salò quanti arrivano dalla Germania, e continuano a essere la stragrande maggioranza, anche se gli olandesi sono aumentati di numero, hanno già in mente un loro percorso enogastronomico - prosegue Rossi -. Dopo il 10 agosto termina il periodo delle ferie degli stranieri, e iniziano gli italiani, i quali, a causa dell´elevato tasso di disoccupazione, non sembrano intenzionati a spendere molto. Non va sottaciuto il fenomeno del turismo pendolare: il 50 per cento dei bresciani si sposta il sabato e la domenica”. A Gardone Riviera Davide Calderan, presidente del Carg, il Consorzio degli albergatori della Riviera, parla di un´eccellente estate. «Sono giunti anche i russi, soprattutto della zona di San Pietroburgo e Mosca - dice - ... Dopo avere frequentato Venezia, la Sardegna, le Dolomiti e la Versilia, adesso vogliono allargare le loro conoscenze, e arrivano sul Garda”.  Da sempre considerato il lago dei tedeschi, il Benaco non passa mai di moda. “È tutto pieno” - commenta con evidente soddisfazione il presidente del Consorzio Turistico Lago di Garda Lombardia Franceschino Risatti. Sindaco di Limone sul Garda, la capitale per antonomasia del turismo tedesco sul lago, Risatti considera questa tenuta del lago il risultato della massiccia campagna promozionale effettuata nei mesi invernali sui mercati fieristici d´oltralpe, concentrati sulla “valorizzazione della realtà gardesana come un corpo unico, non solo come meta di balneazione ma territorio di cultura sport e gastronomia. Una formula che il turista straniero ha dimostrato di apprezzare”. Non se la passano male nemmeno i Comuni limitrofi di Tremosine, Tignale e Gargnano dove è più diffuso il fenomeno delle seconde case. Anche qui tiene il tradizionale mercato tedesco (circa il 75% del totale) e gli arrivi nei fine settimana sono sempre massicci. Si registra in tutti i paesi alto gardesani la tendenza, segnalata dalle categorie di operatori impegnati nel comparto turistico, a una più attenta scelta delle spese e più determinazione al risparmio. Anche nell´alto Garda è decisa l´apertura verso i mercati dell´est Europa (Repubblica Ceca, Polonia e Russia) anche se fa da contraltare la quasi totale assenza di greci, spagnoli e portoghesi.

Sull´Eridio la stagione turistica è cominciata con qualche settimana di ritardo, a causa del maltempo, ma ora gli operatori turistici si godono il tutto esaurito. Il caldo, il bel paesaggio e la tranquillità rimangono le principali attrattive per chi decide di trascorrere le vacanze a Idro. A salvare l´economia turistica del piccolo lago incastonato tra la provincia bresciane quella trentina sono, come da decenni, ancora gli olandesi, poi vengono i tedeschi, ma la novità di quest´anno sono i danesi. In calo invece i belgi che fino a qualche tempo fa erano un buon numero.  Campeggi, residence e appartamenti sono le strutture che lavorano di più, la tradizionale vacanza in albergo a chi sceglie Idro piace meno. 



Recapiti

GAL-GARDAVALSABBIA scarl
Via Mulino Vecchio, 4
25087 Barbarano Salò (BS)
tel: 0365 21261
fax: 0365 20944
P.IVA/CF: 02356600987

E-mail | PEC
www.gal-gardavalsabbia.it
www.laterratraiduelaghi.it

Altri Servizi

Newsletter