inglese italiano  facebook  twitter  Contattaci

HOME> Territorio e Qualità > 1. IL TERRITORIO

1. IL TERRITORIO


Il territorio del GAL GardaValsabbia presenta peculiarità uniche e punte di assoluta eccellenza.

Il Lago di Garda, con i suoi oltre 5 milioni di turisti l’anno provenienti da ogni parte del mondo, costituisce certamente un enorme potenziale attrattivo. Oltre alle classiche proposte turistiche la zona garantisce inoltre un’offerta piuttosto ampia di infrastrutture complementari - sportive, congressuali, termali - che fanno sì che potenziali utenti conoscano il territorio anche sotto altri aspetti e che contribuiscono fortemente alla destagionalizzazione del turismo.

 

 

L’Alto Garda Bresciano offre numerosi spunti attrattivi, naturalistici e culturali.

L'arte e la storia sono il filo conduttore per una passeggiata a Salò, capoluogo della Magnifica Patria che riuniva tutti i centri della riviera del Garda bresciano fino alla dominazione veneta. La cittadina conserva un intimo centro storico con palazzi signorili. Elegante e ricca di occasioni di shopping, Salò va fiera dello spettacolare Duomo costruito nel XV sec. in stile tardo gotico. 

Il fascino d'altri tempi è la caratteristica di Gardone Riviera dove i giardini offrono quinte variopinte e profumate decorazioni vegetali a ville ed alberghi. Ne sono un esempio spettacolare i giardini della Fondazione André Heller che raccolgono 2000 varietà di piante tra percorsi con statue e inattese installazioni artistiche. Il Vittoriale catalizzerà l'attenzione degli storici e degli appassionati di d'Annunzio. Specchio dello stile di vita del poeta, la dimora è uno straordinario complesso di edifici circondati da un grande parco con un'interessante stagione estiva di spettacoli.

Toscolano Maderno è un rinomato centro turistico adatto ai velisti o a chi cerchi spiagge per relax ma offre anche interessanti testimonianze storiche. La proposta più particoalre è la Via delle Cartiere che per quasi 3 chilometri risale, immersa in una vegetazione lussureggiante, il corso del fiume che alimentava le importanti cartiere, oggi oggetto di un attento recupero. Da visitare il Museo della carta. In alcuni periodi dell'anno il suggestivo percorso si arricchisce di una bella cascata.

Gargnano con le frazioni di Villa e Bogliaco si ritaglia uno spazio fuori dal traffico e propone una vacanza dedicata alla vela, al golf, ma anche alla quiete ed al relax. In Settembre è la Centomiglia, la più importante regata velica in acque interne d'Europa, a farne un centro internazionale. Scenografici i giardini di Villa Bettoni Cazzago, villa di delizie, da alcuni anni sede, in primavera, di una bella rassegna florovivaistica.

Dopo Gargnano la strada che costeggia il lago sale per incontrare le montagne del Parco dell'Alto Garda bresciano. Qui è la natura il filo conduttore con gli spettacolari panorami (terrazza del brivido) che si possono godere da Tignale e Tremosine. Antiche case e soleggiate terrazze strade scavate nella roccia e sentieri si aprono agli appassionati di trekking, di mountain bike e di equitazione, ma anche la gastronomia può essere uno spunto interessante. I fienili dall'originale architettura di Cima Rest a Magasa, da soli valgono una meta. Così come una notte all'Osservatorio Astronomico di Cima Rest, a quota 1300, aperto saltuariamente in estate. Rifugi e bivacchi, sono numerosi nel territorio del Parco. Sul Monte Spino a 1165 m. è situato l'osservatorio ornitologico. L'area Wilderness Val di Vesta è un suggestivo fiordo creato dal lago artificiale di Valvestino dalla flora di grande rilievo.

 

La Valle Sabbia, sul fronte opposto, esprime una fortissima eccellenza nell’ambito produttivo-industriale, in particolare siderurgico, con un patrimonio che potrebbe essere valorizzato in termini di archeologia e storia industriale. Inoltre, dal punto di vista naturalistico, paesaggistico, artistico e delle tradizioni locali, presenta un potenziale tuttora inesplorato che potrebbe portare a importanti ritorni in termini di presenze turistiche e di conseguenti ricavi economici.

 

 

Bagolino è uno dei paesi più caratteristici della zona per le antiche ed alte case di pietra, con notevoli elementi decorativi, addossate una all'altra, le strade selciate o acciottolate. Nelle sue chiese, inattesi capolavori: opere di Tiziano, Tintoretto, Palma il giovane e G.Pietro da Cemmo.

Il vero tesoro di Bagolino è tuttavia il Carnevale, di grande valore antropologico tramanda canti e danze dei secoli XVI e XVII e originali e preziosi costumi. Il lago d'Idro è la scelta ideale per chi ama una vacanza lacustre abbinata al fascino della montagna e alla vita all'aria aperta. Idro è un grazioso borgo con antiche vie e case che si specchiano nel lago, Anfo e Ponte Caffaro offrono graziose spiaggette. Da segnalare la Rocca d'Anfo ed il Forte di Valledrane per l'importanza storica. In tutte le chiese si trovano testimonianze dell'arte dell'intaglio presente in Valsabbia dal 1500 i cui maggiori esponenti sono stati i Pialorsi di Levrange noti come "Boscaì" (XVI XVIII sec.).

 

Fonte



Recapiti

GAL-GARDAVALSABBIA scarl
Via Mulino Vecchio, 4
25087 Barbarano Salò (BS)
tel: 0365 21261
fax: 0365 20944
P.IVA/CF: 02356600987

E-mail | PEC
www.gal-gardavalsabbia.it
www.laterratraiduelaghi.it

Altri Servizi

Newsletter